IL GIORNO DI RELAX CONTINUA MA… PRECIPITAZIONI AL TRAMONTO E POESIE LA SERA

Avrei voluto darvi la ricetta di biscottini fatti canticchiando in cucina in questo giorno iniziato spensierato, e pensavo di parlarvi di un libro che sto leggendo ora, regalo di compleanno, un libro romantico e sdolcinato… e invece no, perchè verso sera le discussioni telefoniche con quello che dovrebbe essere la mia dolce metà hanno reso la seconda metà della giornata, cioè anche ora, una brutta seconda metà, in cui di certo non mi metterò a leggere il libro romantico.

Però parlerò di ciò che leggerò stasera, perchè la mia idea è quella di farmi una doccia, mettere il pigiama e sotterrarmi con strati di coperte perchè la mia camera in questi giorni è un vero congelatore.

Leggerò un poeta che negli anni ha mantenuto inalterato il suo potere nei miei confronti; parlo di John Keats, un poeta con la P, la O, la E, la T e la A maiuscole, che con i suoi versi mi rincuora, mi diverte, mi sostiene nella sua capacità di essere aulico e alla mano, perchè sì, per me Keats sa anche essere alla mano e a portata di mano di ogni cuore, innamorato, felice, stanco, adirato. Di odi e canti ce n’é per tutti nella piccola grande produzione del poeta inglese, morto a Roma a soli 25 anni.

John-Keats-9361568-1-402

John Keats, poeta Romantico che amò tormentosamente Fanny e il cui amore resta impresso in una corrispondenza che scandalizzò la società vittoriana. John Keats, che amava la letteratura ardentemente, come una magnifica donna. Keats, estasiato dal senso estetico degli antichi greci, dalle opere dei poeti del passato. Keats, che alimenta la mia convinzione che grazie ai libri si possa vivere una vita migliore, con appigli anche al di sopra del sensibile, del comprensibile.

Una delle mie preferite è Fancy, Fantasia, che inizia così:

Lascia sempre vagare la fantasia,
È sempre altrove il piacere:
E si scioglie, solo a toccarlo, dolce,
Come le bolle quando la pioggia picchia;
Lasciala quindi vagare, lei, l’alata,
Per il pensiero che davanti ancor le si stende;
Spalanca la porta alla gabbia della mente,
E, vedrai, si lancerà volando verso il cielo.

Stasera sarà lui a farmi piangere probabilmente, amplificando le emozioni che ho dentro, i pensieri che mi tormentano per una storia d’amore, che è tutt’altro che facile, e per tutto il resto, perchè l’animo umano è un pentolone sempre pieno di pensieri e sentimenti in ebollizione

Yours-ever

Oltre alle raccolte di poesie di Keats vi consiglio anche il film dedicato a lui e alla sua storia d’amore con Fanny, Bright Star, di Jane Campion, il cui titolo è lo stesso di una poesia del giovane scrittore:

Bright star! Would I were steadfast as thou art—
Not in lone splendour hung aloft the night
And watching, with eternal lids apart,
Like nature’s patient, sleepless eremite,
The moving waters at their priestlike task
Of pure ablution round earth’s human shores,
Or gazing on the new soft-fallen mask
Of snow upon the mountains and the moors;
No—yet still steadfast, still unchangeable,
Pillowed upon my fair love’s ripening breast,
To feel for ever its soft fall and swell,
Awake for ever in a sweet unrest,
Still, still to hear her tender-taken breath,
And so live ever—or else swoon to death.
Oh fossi come te, lucente stella,
costante – non sospeso in solitario
splendore in alto nella notte, e spiando,
con le palpebre schiuse eternamente
come eremita paziente ed insonne
della natura, le modbili acque
nel loro compito sacerdotale
di pura abluzione intorno ai lidi
umani della terra, o rimirando
la maschera di nuova neve che
sofficemente cadde sopra i monti
e sopra le brughiere, no – ma sempre
costante ed immutabile posare
il capo sul bel seno maturante
del mio amore e sentire eternamente
il suo dolce abbassarsi e sollevarsi,
per sempre desto in una dolce ansia,
sempre udire il suo tenero respiro
e vivere così perennemente –
o svenire altrimenti nella morte.

[ John Keats, POESIE, Traduzione di Mario Roffi, Einaudi ]

Dal film Bright star

Dal film Bright star

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...