Polpettine su letto di cavolo viola

Fine settimana, momento di relax, momento di aperitivi, di incontri tra amici, di sfiziosità gastronomiche… perchè non regalarci uno stuzzicante finger food? Casalingo…il gusto ci guadagna, e la soddisfazione è doppia!

Vi propongo delle polpettine davvero gustose e rustiche che impiatteremo in modo elegante, per renderle una esperienza unica non solo per il palato ma anche per gli occhi! Dovrete friggerle, come tutte le polpette che si rispettino, quindi spero che l’odore di fritto non vi infastidisca…a me personalmente fa venire fame!

Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Starete fremendo per sapere quale irresistibile ripieno contengono questi scrigni croccantelli… bene, svelerò il mistero: sopressa! ebbene si, lei, la magica, la superba, la magnifica, signora degli insaccati, ossessione del mio palato, bellezza nostrana sempreverde! Si, lo ammetto, la amo profondamente ma sapete, sono veneta, e per la sopressa abbiamo una vera passione.

Ingredienti per bel po’ di polpettine:

  • 3 patate,
  • un uovo,
  • una scodellina di parmigiano grattugiato,
  • fette di sopressa (quantità a vostra discrezione),
  • un dente d’aglio (facoltativo),
  • un quarto di cavolo cappuccio viola,
  • un bicchiere di aceto di mele,
  • pan grattato,
  • olio per friggere,
  • due cucchiai di miele,
  • sale e pepe q.b.
Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Procedimento:

Bollite le patate in abbondante acqua salata; quando saranno cotte, cioè abbastanza tenere da essere lavorate, scolatele, fatele raffreddare e poi schiacciatele in un’ampia scodella. Aggiungete la sopressa che avrete tritato grossolanamente, l’uovo, il parmigiano, l’aglio tritato (se decidete di metterlo), e aggiustate di sale e pepe. Mescolate per bene. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo mettetelo momentaneamente da parte (anche in frigo) e occupatevi del cavolo rosso. Mondatelo, togliendo le foglie più esterne e tagliatelo sottilmente. Mettelo in una ciotola con il bicchiere di aceto di mele, mezzo bicchiere d’acqua, due cucchiai di miele (il tutto antecedentemente mescolato) e lasciatelo marinare per 20/30 minuti.

A questo punto è ora di vedersela di nuovo con il goloso impasto: prendetene delle piccole manciate e lavorandole con i palmi delle mani, cercate di ottenere delle palline piccole e solide. 

Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

 

Passate le polpette nel pan grattato e mettetele a friggere nell’olio bollente. Attenzione agli schizzi! Quando iniziano ad essere dorate toglietele e mettele ad asciugare su dei fogli di carta assorbente.
Intanto il cavolo rosso si è marinato, prendendo un gusto acidulo stemperato dalla dolcezza del miele, scolatelo, dunque, e procedete con la costruzione del piatto. Io ho scelto dei calicetti, per dare un tocco elegante per un happy hour casalingo che non ha nulla da invidiare ai locali più “in”!
Ho poggiato il calice sopra un piattino dove ho messo un pezzo di foglia di cavolo, come una conchiglia che racchiude una perla, la nostra polpettuccia, e nel calice ho deposto del cavolo marinato e vi adagiato sopra la polpetta. Che ve ne pare? Il contrasto tra la polpetta – morbida dentro e sapida per la sopressa e il formaggio – e il cavolo crudo e acidulo, sarà davvero piacevole… attenti a non mangiarvi da soli tutte le polpette, sono peggio delle ciliegie!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...