La frittata è fatta! Ma noi ne facciamo due! E visto che non c’è due senza tre…

Cari buongustai, cosa c’è di più gustoso, più rustico, più semplice, più veloce e salvavita di una bella frittata?

  • Vi arriva improvvisamente gente a cena e voi in casa avete solo avanzi, qualche ortaggio sofferente, e delle uova che vi guardano come occhi inquisitori.
  • Tornate a casa dopo una lunga giornata, avete fame ma gli ingredienti in casa sono gli stessi di quel giorno che vi sono capitati a casa gli amici inaspettati.
  • Arrivate alla vostra dimora miracolosamente vivi dopo una nottata di
    Una notte da leoni

    Una notte da leoni

    bagordi il sabato sera, afflitti da una fame grande e di origine plurima (assenza di cibo nello stomaco, eccessiva presenza di alcool, birichinate varie da non descrivere in un blog di cucina…), aprite il frigo ed eccole, ancora loro, le sole e uniche abitanti del vostro frigo che possano darvi la giusta energia.

  • Avete voglia di qualcosa di buono, sostanzioso e definibile a ragione piatto ricco e gustoso.

Sono tanti i momenti giusti per fare una buona frittata, e io ora vi darò tre ricettine facili e veloci, che ovviamente voi potrete variare a vostro gusto e necessità ma che se vorrete seguire alla lettera avete la mia parola che sono davvero BUONE!

P.S. Vi darò gli ingredienti, ma non le dosi, perchè le frittate son così, le più buone si fanno ad occhio!!!

***

Frittata number one (ovvero l’aperitivo per i veri duri)

Ingredienti:

  • uova (solo gli albumi)
  • cipolla
  • formaggio grana
  • Emmental
  • prezzemolo
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine d’oliva
Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Preparazione:

Tagliate la cipolla a dadini e fatela rosolare in padella con un po’ d’olio; intanto in una ciotola unite gli albumi, una generosa grattuggiata di grana, dell’emmental a tagliato a dadini e una spruzzata di prezzemolo tritato. Mescolate bene e aggiustate di sale e di pepe. Quando la cipolla sarà imbiondita aggiungete un altro filo d’olio e versate in padella il composto. Cuocete a fiamma molto bassa coprendo con il coperchio. Quando vedete che la frittata è sufficientemente solida, procedete con la delicata operazione di girarla (aiutandovi con un piatto), e cuocete per qualche altro minuto. Servitela calda o fredda, magari accompagnata da pomodorini, che con la loro acidità, esaltano il gusto del formaggio fuso.
Perfetta per un aperitivo, io l’ho mangiata bevendo un ottimo spritz!

***

Frittata number two (ovvero: quando gli avanzi diventano magia)

Ingredienti:

  • uova
  • cipolla
  • peperoni gialli e rossi
  • melanzana
  • zucchina
  • farro bollito (io avevo avanzato quello, vanno benissimo anche riso o pasta corta)
  • olio, pepe, sale
  • formaggio grana
  • peperoncino
Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Preparazione:

In una padella cuocete con un po’ tutte le verdure che avrete lavato e tagliato a dadini; nel frattempo in una ciotola amalgamate uova, grana, prezzemolo, sale e pepe e una spruzzata di peperoncino (che dà quel non-so-che!).

Quando le verdure saranno abbastanza tenere (aggiustatele di sale) spegnete e lasciate raffreddare. Questo step è necessario in quanto se unite alle verdure ancora calde l’uovo freddo, lo cuoceranno e vi verrà fuori una frittata-strapazzata.

Una volta raffreddate le verdure unitevi il farro bollito (o riso o pasta) e le uova amalgamate al resto degli ingredienti. Cuocete a fuoco lento, da un lato e poi dall’altro e…la frittata è servita! Squisita e facilissima!

***

Frittata number three (ovvero: la sostanziosa!)

Ingredienti:

  • uova
  • cipolla rossa (in gran quantità)
  • panna da cucina (un cucchiaio)
  • pancetta a cubetti (in quantità)
  • prezzemolo
  • grana
  • olio, sale e pepe
Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio


Preparazione

Tagliate la cipolla grossolanamente e fatela rosolare in padella con dell’olio; quando sarà dorata aggiungete la pancetta a cubetti e continuate la cottura per qualche minuto.
Intanto in una ciotola solito mescolamento delle uova con gli altri ingredienti, compreso un bel cucchiaio di panna da cucina, che darà un po’ di delicatezza alla decisione insita nelle cipolle rosse! Procedete con l’unione di tutti gli ingredienti e con la cottura lenta riservata ad ogni promettente frittata, ricordandovi di cuocerla su entrambi i lati.

Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Questa frittata, accompagnata da un buon vino rosso e magari, per stare in tema old wild west, con un’insalata di fagioli e cipolla, vi darà grande soddisfazione.

Che dire, sbizzarritevi con le uova… le frittate, se ben fatte, non vi deluderanno mai!

Annunci

One thought on “La frittata è fatta! Ma noi ne facciamo due! E visto che non c’è due senza tre…

  1. Pingback: Burgul di soia con edamame e salmone | Una noce di burro e un libro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...