Bourgul, questo (quasi) sconosciuto

Chi ama il cous cous, come lo amo io, non può non provare un gustosissimo tesoro del Medio Oriente, il bourgul (o bulgur, bulghul o boulghoul…insomma, il poverino avrà di certo delle crisi d’identità con tutte queste denominazioni!).

Originario della Turchia il bourgul è un alimento costituito da grano duro integrale messo in ammollo fino alla germogliazione dei chicchi, poi cotto a vapore, essiccato, frammentato e conservato per essere pronto da consumare.

bourgul

Bourgul

Dal punto di vista nutrizionale è un tempio di salute, perchè è una bomba di fibre ed è facilmente digeribile grazie al processo mediante il quale viene lavorato, inoltre per chi fosse attento anche alla bilancia, il borgul ha poco più di 300 calorie per 100 gr, che insomma ce lo fa consumare senza nessun rimorso e senza nessuna pietà!

Appunto vi dicevo che è molto simile al cous cous ma se devo dare una mia opinione personale tra i due per me vince il bourgul perchè non si raggruma come tende a fare il cous cous, e resta bello sgranato senza doverlo lavorare con la forchetta.

La prima volta che l’ho preparato (circa un mesetto fa) l’ho preparato in modo abbastanza tradizionale, come preparo spesso anche il farro, l’orzo e appunto il cous cous, ossia con un trionfo di verdure e una spolverata di curry.

Ecco la ricetta!

Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Ingredienti per 2 persone:

  • 140 gr di bourgul
  • mezza cipolla bianca
  • un peperone giallo e uno rosso (o anche una zucchina se vi va!)
  • una manciata di pisellini
  • un barattolo di fagioli rossi prelessati
  • olio extravergine d’oliva
  • curry
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Tritate la cipolla e fatela soffriggere leggermente in padella con un filo d’olio; intanto lavate i peperoni, tagliateli a dadini e aggiungeteli in padella. Aggiungete anche un po’ d’acqua e dopo un quarto d’ora circa di cottura a fuoco vivo aggiungete anche i piselli (io ho usato quelli surgelati). Aggiustate di sale e proseguite la cottura per un altro quarto d’ora e quando mancano pochi minuti aggiungete anche i fagioli.

Nel frattempo avrete messo a bollire abbondante acqua: quanto bolle versate il bourgul, salate e cuocete per dieci minuti (o per quanto c’è scritto sulla confezione). Scolate e aggiungete il bourgul alle verdure, lasciate sul fuoco per qualche minuto aggiungendo un filo d’olio e una spolverata (anche abbondante se vi piace l’aroma) di curry.

Il vostro bourgul alle verdure è pronto! Ovviamente potete mettere le verdure che più vi piacciono e sperimentare fino a trovare gli abbinamenti migliori… io faccio così!

Buon appetito e… seguitemi, perchè è in arrivo un farro come non lo avete mai immaginato! ihih!

Ciao!

 

 

Annunci

4 thoughts on “Bourgul, questo (quasi) sconosciuto

  1. Ti dico la verità, non è che cucinare mi faccia proprio impazzire, ma le tue ricette sono così semplici e poco impegnative che mi viene voglia di provarle! E poi metti spesso i fagioli che io adoro 😉
    Grazie di essere passata dal mio blog e per avermi fatto superare i miei preconcetti sui blog di cucina (del genere: sono tutti o pretenziosi o noiosi). A presto!

    • Ciao! Le tue parole mi rendono davvero contenta, sono felice che le mie ricette invoglino anche per la loro semplicità, e che i miei post non annoino chi legge!
      Grazie a te e complimenti sinceri per i tuoi post, ben scritti e mai banali!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...