Delle ciliegie non si butta via niente!

Oggi vorrei raccontarvi di come a casa mia in questi giorni piovono ciliegie e di come le utilizziamo pienamente non buttando via davvero niente.

Un vecchio signore, amico di famiglia, ci ha chiamati a raccogliere un po’ dei frutti del suo ciliegio, che quest’anno si è dato molto da fare. Pochi… si fa per dire! Due sacchetti giganti pieni delle ciliegie più dolci che io abbia assaggiato negli ultimi anni.

Così, dopo averne mangiate un bel po’ al naturale, non potevamo continuare a rimpinzarci di ciliegie e così abbiamo pensato di fare tante altre cose buone derivate da questo frutto squisito! …Via all’autoproduzione allora!

Fonte: Michela Quaglio

Fonte: Michela Quaglio

Abbiamo fatto la classica marmellata, con il procedimento tradizionale e utilizzando la pectina (a quella homemade ci stiamo lavorando!) e abbiamo preparato parecchi vasetti pronti per fare torte, colazioni, merende e regalini.

Ma perchè non spingersi più in là della marmellata? Ci siamo sbizzarriti! Osare per credere!

SCIROPPO DI CILIEGIE

Questa ricetta l’ho presa (e leggermente modificata nelle dosi) da un libro ciliegie denocciolateveramente interessante che vi consiglio se avete voglia di prepararvi da soli molte delle cose che comprate al supermercato e di inquinare meno, alimentare meno alcune multinazionali, spendere meno, e mangiare cose che davvero si possono definire “fatte in casa”.

Il volume in questione è Autoproduzione in cucina, di Lisa Casali, che io ho comprato dopo che ho iniziato a seguire un programma condotto proprio da lei su LaEffe, Orto e mezzo.

Preparazione:

Ho spremuto con la centrifuga tante ciliegie (denocciolate!) quante bastavano per arrivare a 500 ml di succo. Ce ne sono volute una bella ciotola media piena. Ho sciolto 300 gr di zucchero grezzo di canna in un pentolino con mezzo litro d’acqua e l’ho portato ad ebollizione.

imbottigliamento sciroppoHo poi unito il succo di ciliegia e ho fatto sobbollire per 20 minuti. Voilà!sciroppo di ciliegie Sciroppo squisito pronto! Lo sciroppo si conserva in una bottiglia sterilizzata per un mese in frigo.

A cosa serve? Io ad esempio ne sto sorseggiando un po’ con l’aggiunta di acqua ed è buonissimo! Ma è perfetto per fare ghiaccioli, granite, sorbetti, caramelle, bevande e cocktail.

DECOTTO DI PICCIOLI

Quando dicevo che abbiamo usato tutto, intendevo proprio tutto tutto! …Anche i piccioli! peduncoli di ciliegia

Con loro abbiamo preparato un decotto ottimo che ci siamo bevuti comodi comodi nel divano leggendo un buon libro (P.S. sto leggendo Tre tazze di té… un libro che vi consiglio!).

Questo decotto non è solo buono, ma fa anche bene: i peduncoli hanno infatti proprietà diuretiche e antinfiammatorie e sedative delle vie urinarie. Sono anche astringenti. Decotto perfetto per depurarsi!

Preparazione:

Ho portato a ebollizione un pentolino d’acqua, ho spento e messo in infusione per 10 minuti i peduncoli (una decina per ogni tazza). Ho dolcificato con del miele d’acacia.

 

Decotto di peduncoli

 E I NOCCIOLI?

E i noccioli nemmeno abbiamo buttato via! Li stiamo mettendo da parte e man mano li laviamo e li mettiamo fuori al sole ad asciugare… quando saranno abbastanza faremo un bel cuscinetto di noccioli di ciliegio, che riscaldato è perfetto per cervicali e altri dolorini.

Spero di avervi dato qualche buona idea da rifare!!!

Buona serata!

Annunci

2 thoughts on “Delle ciliegie non si butta via niente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...